Jan
14
Mar 3

Full Immersion in Wine

  • Etna Wine Lab

Corso d'inglese teorico e pratico di 60 ore rivolto agli operatori del mondo del vino


clicca per ingrandire

clicca per ingrandire

L’apertura mondiale del settore enologico e lo sviluppo del turismo obbliga gli operatori, a qualsiasi livello, ad interagire con padronanza della lingua internazionale del business: l’inglese. Ma anche una solida confidenza con l’inglese non basta più per destreggiarsi nello specifico e complesso lessico vitivinicolo, pena l’impossibilità di avere comunicazioni veramente efficaci con l’interlocutore. 

Obiettivo del corso è quello di fornire uno strumento efficace e realmente utile a tutte le figure che operano nell'affascinante mondo del vino (produttori, agronomi, enologi, giornalisti, ricercatori, commerciali, ristoratori, sommelier ecc.) per lo svolgimento delle loro attività. Il programma prevede una distribuzione nel tempo utile a immagazzinare e metabolizzare i termini di settore e il loro corretto utilizzo.

clicca per ingrandire

clicca per ingrandire

Il corso si struttura su tre moduli didattici. Ciascun modulo si svolge in 4 giornate di cui le prime due focalizzate all'apprendimento ed analisi dei termini di settore, mentre 3° e 4° giornata sono dedicate alle simulazioni ed esercitazioni pratiche. 

Le prime due giornate saranno condotte dai docenti Matteo Marenghi e Jane Upchurch, mentre le giornate dedicate alle esercitazioni pratiche saranno condotte dalla docente Debbie Bennett.

 

SCARICA IL PROGRAMMA


PRENOTA IL TUO CORSO DI INGLESE DEL VINO

Il corso include:

  • 60 ore di docenza
  • materiale didattico
  • 6 pranzi
  • 12 coffee break

Il corso si terrà presso il Collegio San Tommaso, P.zza Ambrogio Gullo, 2 - Linguaglossa

 

Il costo per ogni singolo modulo è di € 400, l'intero corso € 1.000

 
Nome
Nome
Telefono
Telefono
Nov
14
Nov 15

Masterclass Champagne

5 Champagne, 2 Etna, 1 Grande storia

Definizione della sensazione di mineralità negli champagne di terroir

Condotta da Delphine Veissiere

Incontrare la Champagne sul territorio dell’Etna non capita spesso. Forse, è il luogo ideale per porre in modo giocoso e aperto, una domanda che spesso rimane senza risposta: ma la mineralità nel vino esiste davvero? Gli scienziati dicono e hanno dimostrato: - “la mineralità è un componente del vino che non esiste quindi si tratta di una sensazione identificata in modo soggettivo ed erroneo”.   Peccato però che è spesso percepita, in particolare nei vini nordici come i grandi champagne o nei vini di “fuoco” provenienti ad esempio dal terroir vulcanico dell’Etna. Alcuni esperti dimostrano che questo concetto è di solito associato ai vini magri – senza frutto, sensazioni vegetali o animali e quindi non esiste - mentre altri parlano delle sensazioni evidenti di gesso e di pietra focaia per giustificare la sua esistenza. E’ pertanto oltremodo necessario, per il degustatore-esperto, procedere per associazioni al fine di definire cos'è la mineralità e perché è così apprezzata nel vino.

Ti aspettiamo giorno 14 Novembre alle 15.30 in compagnia della wine educator Delphine Veissiere presso l'azienda Barone di VIllagrande a Milo

CONFERMA LA TUA PRENOTAZIONE compilando il form qui sotto

Il costo della masterclass è di € 80 p.p.  -- Per i partner Etna Wine Lab € 70

Nome e Cognome
Nome e Cognome
Indicare il numero al quale contattarti per comunicazioni
 

Coordinate GPS:
N: 37° 42′ 49.60′′
E: 15° 07′ 02.55′′

Oct
9
Oct 10

Cous Cous fest e danze mediorientali al Winenot

Al winenot?, con cucina manipura, i vini Classe 39 e le danze orientali.

Volcanic wine experience. 

Ti aspettiamo venerdì 9 al Winenot?, Borghetto Europa, Catania. 

Nome e cognome
Nome e cognome
Indicare il numero al quale contattarti per comunicazioni
 
Jul
25
Aug 22

Sciaranuova Festival

  • Planeta

Un teatro naturale nel cuore dei vigneti, nei luoghi dove nascono i vini del Vulcano, per coniugare il mondo del vino e quello dello spettacolo: per la prima volta in Sicilia,  Planeta trasforma la Vigna in Teatro, ricavando un proscenio tra quelli che un tempo erano i terrazzamenti utilizzati per la coltivazione della vite e sfruttando come quinte le montagne, la lava e i pini secolari.

Cinque appuntamenti con il teatro e il vino, cinque occasioni per godere della magia dell' Etna sotto il cielo d'estate, cinque spettacoli di grandi artisti siciliani che raccontano la loro terra con intensità e passione, daranno il via a questo nuovo progetto, che nasce a pochi passi dalla cantina di Feudo di Mezzo, tra i vigneti di Sciara Nuova, e il vecchio palmento filologicamente restaurato ed adibito a sala degustazione.


“Sciaranuova Festival” prenderà il via il 25 luglio con lo spettacolo Ancestrale di Goliarda Sapienza” di Paola Pace, che è anche il direttore artistico del Festival. L'1 agosto arriverà Paolo Macedonio con Un fulmine a ciel sereno, mentre l'8 agosto ci sarà Etta Scollo in concerto. Il 15 agosto è atteso invece il grande maestro Mimmo Cuticchio con Tradimento di Gano e morte di Gattamugliere. Il Festival si chiuderà il 22 agosto con Lucia Sardo e il suo La madre dei ragazzi.